home REGOLAMENTO FUP 2017-18

CAMPIONATO

REGOLA 1. ROSE, CREDITI, SCHEMI, MONTEPREMI

Rose: 25 calciatori (3 portieri, 8 difensori, 8 centrocampisti, 6 attaccanti) tesserati in serie A secondo la suddivisione ruoli della Federazione Fantacalcio (www.fantacalcio.it).

Crediti: 360 per l'asta iniziale, 240 per la prima fase del mercato libero, 200 per l'asta invernale, 200 per la seconda fase del mercato libero, 1.000 per tutta la stagione. I 360 crediti iniziali fanno parte della quota iscrizione, quelli eccedenti hanno un costo di 0,10 euro. I crediti avanzati nelle diverse fasi del mercato si aggiungono a quelle successive.

Schemi: 3-4-3, 3-5-2, 3-6-1, 4-3-3, 4-4-2, 4-5-1, 5-3-2, 5-4-1, 6-3-1.

Montepremi: la partecipazione al campionato costa 80 euro, cui si aggiungono 1 euro per ciascuna giornata (la squadra con il miglior fantapunteggio di giornata incassa 8 euro, in caso di partità si premia la squadra che ha giocatori in trasferta, altrimenti la quota settimanale si divide) e 10 euro di quota annuale per il premio fantamedia (vinto dalla squadra con più fantapunti sulle 35 giornate, in caso di parità la quota si divide).
Al primo classificato spettano 320 euro, al secondo 180, al terzo 80, al quarto 40, al quinto 30, al sesto 20, al settimo 10. Il primo classificato vince inoltre la somma di tutti i crediti eccedenti i 360 della quota iscrizione, ciascuno del valore di 0,10 euro.




REGOLA 2. FORMULA

Torneo unico di 35 giornate, con quattro gironi (due di andata e due di ritorno) e uno in campo neutro.



REGOLA 3. COMUNICAZIONE FORMAZIONE

La formazione va comunicata al presidente entro l'inizio del primo anticipo di giornata. Nel caso in cui un allenatore non comunichi la formazione entro la scadenza stabilita, sarà considerata valida quella della giornata precedente (ogni mancanza successiva alla seconda verrà inoltre punita con una multa di 5 euro da aggiungere al montepremi).

Se un fantallenatore schiera due volte in formazione lo stesso giocatore, questo sarà considerato una volta sola e al posto dei titolari mancanti subentreranno le riserve del reparto. Se lo stesso giocatore compare in formazione sia tra i titolari che tra le riserve, verrà considerato titolare ed escluso dalla panchina.



REGOLA 4. SOSTITUZIONI, RISERVE D’UFFICIO, CAMBIO RUOLO

Sono consentite sostituzioni illimitate, fino alla disponibilità delle riserve. È previsto il cambio modulo in caso di assenza di sostituti di pari ruolo. A valere sarà l’ordine delle riserve (possono essere inseriti tutti i calciatori in rosa in ordine libero), con l’unico vincolo del rispetto dei moduli consentiti. Se non scendono in campo o non prendono voto il titolare e le sue riserve, e non è possibile attivare il cambio modulo, verrà presa in considerazione, una sola volta per squadra e per partita, la riserva d’ufficio (voto 4). Nel caso in cui una squadra sia impossibilitata a schierare il portiere, la sua sostituzione con la riserva d’ufficio portiere (voto 3) è prioritaria e obbligatoria.



REGOLA 5. MODALITA' DI CALCOLO

Alla media dei voti della Gazzetta dello Sport, del Corriere dello Sport e di Tuttosport (nei casi di discordanza si procede a maggioranza: con 2 voti e un s.v. la media è tra i due voti, con un voto e 2 s.v. il calciatore sarà calcolato s.v.) si aggiungono o tolgono i seguenti modificatori: fattore campo (+3), gol segnato (+3), rigore parato (+3), autogol (-2), rigore sbagliato (-3), gol subito (-1), espulsione (-1, anche se sanzionata dopo il triplice fischio a un giocatore sceso in campo), ammonizione (-0,5), assist (+1, +0,5 se da calcio piazzato). Per l’assegnazione di gol/autogol la fonte è la Lega calcio. Per l'assegnazione degli assist la fonte è la Gazzetta dello Sport.

Casi particolari: portiere s.v. (voto 6 se gioca almeno 30’ o, anche con meno minuti in campo, subisce gol o para rigori), espulso s.v. (voto 4), marcatore s.v. (voto 6 più 3), autogol s.v. (voto 6 meno 2), rigore calciato s.v. (voto 6 più o meno 3). Se due squadre si ritrovano in due intervalli di punteggio differenti, ma una non stacca l’altra almeno di 3 punti, quella in svantaggio ottiene un gol omaggio e pareggia la partita (es.: 72,5-70 si converte in 2-2). Se la stessa situazione si verifica con una delle due squadre al di sotto dei 66 punti, la partita finisce 0-0 (es.: 67-65 si converte in 0-0). Se una squadra totalizza meno di 59 punti, la squadra avversaria ottiene un gol omaggio, a patto che abbia almeno 3 punti di vantaggio (es.: 62-58,5 si converte in 1-0).



REGOLA 6. MODIFICATORI

Portiere: si attribuisce a tutti i portieri che non parano rigori ma prendono un voto superiore a 6. La tabella di conversione trasforma il voto del portiere in punti da togliere al totale-squadra dell'avversario.

Difesa: è dato dalla media voto dei difensori scesi in campo. La tabella di conversione si applica sul caso di difesa a 4. Per ogni voto in meno, il modificatore viene peggiorato di un livello, per ogni voto in più, migliorato di un livello. Per tutte le riserve d’ufficio viene conteggiato un 5: calcolata la media, nell’eventuale peggioramento o miglioramento del modificatore si terrà poi conto del numero di difensori schierati, non di quelli effettivamente scesi in campo.

Centrocampo: è dato dal confronto tra la somma dei voti dei centrocampisti delle due squadre. In caso di disparità numerica tra i reparti, verranno assegnati alla squadra il cui centrocampo è in inferiorità numerica tanti voti d’ufficio (voto 5) quanti sono necessari per pareggiare il numero dei centrocampisti dell’avversario.

Attacco: si attribuisce a tutti gli attaccanti che non segnano ma prendono un voto superiore a 6. La tabella di conversione trasforma il voto del singolo attaccante in punti da sommare al proprio totale-squadra.



REGOLA 7. PARTITE SOSPESE O NON OMOLOGATE

Se una o due partite del campionato di serie A vengono rinviate o sospese, al fine di calcolare i risultati delle fantapartite con calciatori coinvolti negli incontri non disputati o non conclusi regolarmente si attenderà il recupero o il completamento dei minuti mancanti, ma solo nel caso in cui si giochi entro la giornata successiva ed entro la fine del fantacampionato.

Altrimenti, nel caso di rinvio, si utilizzeranno tutte le riserve e, nei casi di indisponibilità, si assegnerà 6 d’ufficio ai giocatori di movimento e 5 al portiere delle squadre coinvolte negli incontri non disputati, sempre che non siano squalificati. Se però la decisione di rinviare una partita viene comunicata ufficialmente prima del termine ultimo per presentare le formazioni, sempre nel caso di indisponibilità delle riserve, si assegna 5,5 d'ufficio ai giocatori di movimento e 4 al portiere, sempre che non siano squalificati.

Nel caso di sospensione, invece, si terrà conti di voti, bonus e malus maturati al momento dell'interruzione, sempre che almeno due dei tre quotidiani abbiano assegnato i voti. In caso contrario, si utilizzeranno le riserve e, nei casi di indisponibilità, si assegnerà 6 d’ufficio ai giocatori di movimento e 5 al portiere delle squadre coinvolte negli incontri sospesi, sempre che non siano squalificati.

Nel caso in cui le partite sospese o rinviate siano più di due, l'intera giornata slitta al turno di serie A successivo.

Se il risultato di una partita viene modificato a tavolino, si terrà conto comunque dei voti (se non vengono assegnati, 6 a tutti i giocatori in campo per almeno 30') e dei bonus/malus.

Se una partita viene sospesa, ma non recuperata e quindi omologata con il punteggio conseguito al momento della sospensione, si tiene regolarmente conto di voti (se assegnati, altrimenti 6 a tutti i calciatori) e modificatori. Se una partita non viene omologata e quindi va rigiocata si dovranno prendere in considerazione i voti e i modificatori della partita rigiocata.



REGOLA 8. LA CLASSIFICA

In caso di parità di punteggio tra due o più squadre, ogni situazione di parità viene risolta dalla fantamedia. In caso di ulteriore parità si tiene conto nell'ordine: dei punti conseguiti negli scontri diretti, della differenza reti negli scontri diretti, della differenza reti totale.



REGOLA 9. MERCATO LIBERO, SCAMBI, ASTA INVERNALE

Apertura mercato libero: prima di tutte le fantagiornate, escluse la 1, quelle prima e dopo turni infrasettimanali, quelle di gennaio, la 33, la 34 e la 35. 

Scambi di giocatori: sono possibili, anche con conguaglio in crediti, a mercato libero aperto e nell'asta invernale. Al termine di ciascuna operazione le rose dovranno però rispettare la Regola 1.

Sostituzione dei giocatori che nel mercato di serie A di gennaio abbiamo cambiato campionato (fonte Lega calcio, acquisti possibili solo di giocatori tesserati in A da inizio torneo e che non abbiamo cambiato squadra al momento dell’acquisto): dalla 18^ alla 20^ fantagiornata.

Asta invernale: giovedì 1 febbraio 2017 (presenza non obbligatoria). In quella sede saranno possibili acquisti al mercato libero (asta a partire da 1 credito con un limite di 4 acquisti) e scambio giocatori (in quest'ordine). Consentiti anche gli scambi con conguaglio in crediti: le rose dovranno però essere riportate a 25 con il mercato libero (sempre tenendo conto del limite di 4 acquisti).

Limiti: 2 acquisti per sessione, 8 acquisti dalla 2^ alla 15^, 6 acquisti dalla 22^ alla 32^.

Eccezioni: non contano nei limiti degli acquisti le sostituzioni di giocatori usciti dalla serie A a fine agosto, a gennaio e gli svincoli obbligatori.

Recupero crediti: 100% se lo svincolato è stato trasferito in una serie A estera, 50% (arrotondato per eccesso) se è sceso di categoria e per tutti i tagli tecnici dalla 2^ al mercato di riparazione compreso, poi non si recupera nulla.

Disponibilità svincolati: il giocatore svincolato ridiventa disponibile (ma solo dalla settimana successiva, eccezion fatta nella giornata dell’asta invernale) per acquisti da parte di altre società e non potrà più far parte di un club che lo ha ceduto in precedenza.

Modalità: il mercato libero è aperto dalle 20 di ogni giovedì precedente a una giornata di serie A fino al momento limite per la consegna della formazione. La squadra che per prima avrà comunicato al presidente i giocatori richiesti (massimo 2 acquisti) se li vedrà assegnati (i portieri e i difensori costano 5 crediti, i centrocampisti 10, gli attaccanti 20).

Buste chiuse: nel caso di giocatori chiesti da più squadre tra le 20 e le 21 del primo giorno di mercato aperto si procederà alle offerte in busta chiusa (l’offerta parte dal costo minimo, il miglior offerente si aggiudica il giocatore).



REGOLA 10. RECLAMI

I risultati verranno omologati solo dopo la riverifica dei voti e degli assist e il controllo di ammonizioni ed espulsioni ufficiali. Si terrà conto di eventuali correzioni o rettifiche pubblicate dai quotidiani. La correzione del punteggio di una partita dovrà in ogni caso avvenire prima dell'inizio della giornata successiva. Per tutti i casi dubbi o non riportati nel presente regolamento farà testo il regolamento ufficiale della Federazione Fantacalcio.



REGOLA 11. CONFERME

Ogni fantallenatore avrà la facoltà di confermare (al costo dell'anno precedente) nell'asta estiva 2018 un giocatore della stagione 2017-18 (diverso da quello confermato nel 2017) purché tenuto in rosa per tutto l'anno e acquistato a un costo inferiore a 5 crediti se portiere o difensore, ai 10 crediti se centrocampista, ai 20 crediti se attaccante, anche se nel 2018 sia stato cambiato di ruolo. 



MODIFICATORI


GENERALE

PORTIERE

DIFESA

CENTROCAMPO

ATTACCO

  0-66

0 gol

6,5

-0,5

0-4,99

4

0-0,99

0

6,5

0,5

66-71,99

1 gol

7

-1

5-5,24

3

1-1,99

0,5/-0,5

7

1

72-76,99

2 gol

7,5

-1,5

5,25-5,49

2

2-2,99

1/-1

7,5

1,5

77-80,99

3 gol

8 o più

-2

5,5-5,74

1

3-3,99

1,5/-1,5

8 o più

2

81-84,99

4 gol

 

 

5,75-5,99

0

4-4,99

2/-2

 

 

85-88,99

5 gol

 

 

6-6,24

-1

5-5,99

2,5/-2,5

 

 

89-92,99

6 gol

 

 

6,25-6,49

-2

6-6,99

3/-3

 

 

93-96,99

7 gol

 

 

6,5-6,74

-3

7-7,99

3,5/-3,5

 

 

97-100,99

8 gol

 

 

6,75-6,99

-4

8 o più

4/-4

 

 

 

 

 

 

7 o più

-5

 

 

 

 




COPPA


REGOLA 1. DIFFERENZA PUNTEGGIO, MONTEPREMI

La sola differenza rispetto al regolamento del campionato riguarda, in partite di andata e ritorno, il punteggio quando due squadre si ritrovano in due intervalli di punteggio differenti, ma una non stacca l’altra almeno di 3 punti: la partita termina in parità ma, per stabilire il numero di gol, si considera solo il punteggio ottenuto dalla squadra in trasferta. Esempio: 70-72 si converte in 2-2; 72-70 si converte in 1-1.

Montepremi: la partecipazione alla coppa costa 30 euro. Il primo classificato vince 110 euro, il finalista 40, i semifinalisti 15.



REGOLA 2. FORMULA

Due gironi di qualificazione di quattro squadre ciascuno con partite di andata e ritorno. Le prime due classificate (si tiene conto nell'ordine dei punti totali, dei punti negli scontri diretti, della differenza reti negli scontri diretti, del maggior numero di gol in trasferta negli scontri diretti, della differenza reti complessiva, del maggior numero di gol totali, della fantamedia) disputano le semifinali (andata e ritorno), le vincenti vanno in finale (partita unica: in caso di parità si procede alla disputa dei tempi supplementari e, in caso di ulteriore parità, si tirano i calci di rigore). Per le partite dei gironi si utilizzeranno i turni infrasettimanali, la giornata in cui si gioca la supercoppa e le prime giornate dopo l'asta invernale. Le semifinali e la finale si disputano nelle prime tre giornate di aprile.



REGOLA 3. SUPPLEMENTARI

I tempi supplementari vengono considerati come una partita a sé stante tra squadre composte da tre o meno giocatori. Si sommano quindi i totali-calciatore delle prime riserve per ciascuno dei tre reparti di movimento così da ottenere un totale-squadra supplementari. Nel caso in cui la prima delle riserve di un determinato ruolo presenti in panchina non sia disponibile (per assenza o perché senza voto o perché già utilizzata nei tempi regolamentari) si prenderà in considerazione la seconda riserva dello stesso ruolo, a meno che quest’ultima sia a sua volta entrata in campo per sostituire un titolare assente o senza voto della formazione titolare. Esaurite inutilmente le riserve per un ruolo, si assegna un 4 d’ufficio. Per simulare il vantaggio di giocare in casa viene assegnato uno 0,5 in più, come fattore campo, alla squadra di casa.
Tabella di Conversione Supplementari:
Meno di 20=0 gol
Da 20 a 23,999=1 gol
Da 24 a 27,999=2 gol
Da 28 a 31,999=3 gol
Da 32 a 35,999=4 gol



REGOLA 4. RIGORI
Ciascun allenatore dovrà comunicare l’elenco dei rigoristi, ovvero indicare a fianco di ciascuno dei calciatori schierati (titolari e riserve) un numero da 1 a 11 che rappresenta l’ordine in cui batteranno i calci di rigore. I portieri dovranno avere un numero di lista non inferiore a 11. Verrà obbligatoriamente calciata una serie di 5 calci di rigore, tirati dai primi 5 calciatori indicati nell’elenco: il rigorista con voto sufficiente (uguale o maggiore di 6) segna il rigore; il rigorista con voto insufficiente (minore di 6) sbaglia il rigore. Chi non ha preso parte alla fantapartita (ovvero gli s.v. e chi non ha proprio giocato) sarà scartato e si passerà al giocatore seguente in lista. Nel caso in cui il portiere incluso nella lista dei rigoristi venga giudicato s.v., se avrà disputato almeno 30 minuti di partita si dovrà considerare il rigore realizzato. In caso di parità anche dopo i 5 rigori regolamentari, si procederà a effettuare i calci di rigore a oltranza. In caso di ulteriore parità il trofeo verrà assegnato con lancio della monetina.
In caso di mancata comunicazione della lista dei rigoristi, verrà assegnata d’ufficio la seguente lista: viene ribaltata la formazione titolare, ovvero il primo rigorista sarà l’ultimo attaccante schierato e l’undicesimo il portiere titolare. 



SUPERCOPPA

REGOLA 1. FORMULA, MONTEPREMI
La supercoppa si disputa, in concomitanza con la supercoppa intercontinentale di calcio, in partita unica in campo neutro (in caso di parità si procede alla disputa dei tempi supplementari e, in caso di ulteriore parità, si tirano i calci di rigore).

Montepremi: la partecipazione alla supercoppa è gratuita. Il vincitore viene premiato con 20 euro dal montepremi della coppa.



FUP"SA DI TAPPO" CUP

REGOLA 1. FORMULA, MONTEPREMI
La manifestazione si disputerà tra la 33^ e la 35^ giornata. Quarti di finale (8-1, 7-2, 6-3, 5-4) e semifinali (vincente 8-1 contro vincente 5-4, vincente 7-2 contro vincente 6-3) in partita unica con vantaggio del fattore campo per la squadra peggio classificata alla 32^ giornata. Finale in partita unica in campo neutro (in caso di parità si procede alla disputa dei tempi supplementari e, in caso di ulteriore parità, si tirano i calci di rigore).

Montepremi: la partecipazione alla Fup “Sa di Tappo” cup costa 10 euro. Il primo classificato vince 80 euro.